ATTENZIONE

MAVQr è ottimizzato per essere navigato da dispositivi smartphone e tablet.

Per vedere il contenuto della pagina scansiona il QrCode con il tuo device.

La Scoperta

  

La scenografia di questa sezione del museo ci mostra come era l’ambiente in cui si muovevano i primi ricercatori. Un percorso di cinque installazioni ci farà rivivere le sensazioni di meraviglia provate dagli archeologi.
Il percorso inizia con la ricostruzione del pozzo che, scoperto per caso, si rivelò così ricco di marmi da stimolare l’avvio degli scavi: affacciandoci su di esso un movimento delle nostre mani farà muovere l’acqua.
Dagli orci posti sulla destra ascolteremo alcuni frammenti di commedie di Plauto così come accadeva nel teatro di Ercolano dove grandi vasi di terracotta erano sistemati sotto il palco per amplificare le voci degli attori.
Sfiorando lo schermo posto dopo gli orci sarà possibile rimuovere la cenere virtuale e scoprire una serie di affreschi e mosaici di case pompeiane.
Proseguendo nel percorso, una suggestiva animazione in 3d ci mostrerà l’imponenza della Villa dei Papiri. Un boato introdurrà il video simulando il crollo della spessa coltre di materiale vulcanico che la ricopriva.
Un altro video, infine, ci farà muovere nei cunicoli utilizzati nella prima fase degli scavi.
Pompei ed Ercolano giacquero sommerse sotto la cenere del Vesuvio per secoli e secoli. Solo nel 1738 iniziò un sistematico lavoro di scavi grazie a Carlo III di Borbone. Si partì da Ercolano e, dieci anni dopo, si passò all’esplorazione di Pompei.
Le tecniche utilizzate inizialmente prevedevano la realizzazione di cunicoli sotterranei a cui erano associati pozzi di discesa e di areazione.
Le condizioni di lavoro erano disagevoli tant’è vero che in alcuni casi, come ad Oplonti, le gallerie venivano chiuse ed abbandonate per l’aria mefitica. Ci vollero quasi cento anni prima che venisse adottata la tecnica degli scavi a cielo aperto: fino al 1828 gli archeologi si muovevano sotto terra, come dei minatori intenti a riportare alla luce la storia.

Videoguida LIS

Clicca play per la Videoguida con in LIS

 

Il Museo

Il MAV è situato a pochi passi dagli scavi archeologici di Ercolano, uno dei siti più visitati al mondo, adiacente allo storico mercato di Pugliano in via 4 Novembre 44.

Il Mav è facilmente raggiungibile sia con mezzi pubblici (Circumvesuviana, Autobus, Ferrovie dello Stato), sia in automobile (Autostrada A3 Napoli-Salerno uscita Ercolano).

È in prossimità di altri luoghi di interesse presenti sul territorio, tra i quali: l’Osservatorio Vesuviano, le Ville Vesuviane del Miglio d’Oro e gli Scavi Archeologici di Ercolano e Pompei.

Nei pressi della struttura ci sono complessi alberghieri di prestigio, ristoranti, pizzerie e tutto ciò che può rendere piacevole il soggiorno ad Ercolano.

 

- Orari

Dal 1° marzo al 31 maggio
dal lunedì alla domenica dalle ore 9.00 alle ore 17.30 (ultimo ingresso)

Dal 1° giugno al 30 settembre
dal lunedì alla domenica dalle ore 10.00 alle ore 18.30 (ultimo ingresso)

Dal 1° ottobre al 28 febbraio
dal martedì alla domenica dalle ore 10.00 alle ore 16.00 (ultimo ingresso)

Lunedi chiuso.

- Tariffe

Museo MAV e film 3D
€ 10,00 Biglietto individuale adulto
€ 8,00 Biglietto under 13, over 65, studenti, insegnanti, artecard.

Museo MAV
€ 6,00 Biglietto individuale

MAV per le famiglie
Visita al museo + visione del film in 3D/multiD
€ 30,00 per 2 adulti + 2 bambini
Per ogni bambino in più € 7,50

Gruppi organizzati (+ 15pp)
€ 8 Museo MAV + Film 3D

Tariffe speciali per le scuole.

- Indirizzo

Fondazione CIVES – MAV
Via IV Novembre 44 | Ercolano
Napoli – Italy

 

Contatti

Email: info@museomav.it
Sito internet: www.museomav.it
Facebook: www.facebook.com/museomav
Twitter: www.twitter.com/MuseoMav
Instagram: www.instagram.com/museomav

Tel. +39 081 7776843
Fax. +39 081-7323941

- Come arrivare

Da Napoli:

Circumvesuviana: dalla Stazione Centrale (Piazza Garibaldi) linee per Sorrento e Poggiomarino via Pompei fermata Ercolano Scavi

Autobus: linee 157 da Napoli-Parcheggio Brin e 255 da Napoli – Piazza Carlo III

Ferrovie dello Stato: Linea Salerno-Napoli fermata Portici-Ercolano

Via Autostrada: A3 Napoli-Salerno uscita Ercolano direzione Scavi

Accedi alle

LIS del MAV

Premi per provare

la Realtà Aumentata

Font Resize